El Cameo di San Jacopo

Home / El Cameo di San Jacopo
El ANNO DE IACOBO

Un itinerario ricco di testimonianze

La città di Pistoia nel II secolo a.C. era una tappa lungo la Via Cassia minor, importante strada militare romana che univa Roma e Firenze col porto di Luni e la costa tirrenica.

Intraprendere un cammino non è solo un’esperienza umana, laica o religiosa, ma è anche un modo intelligente e rispettoso per entrare “in punta di piedi” nella cultura e nelle tradizioni dei borghi che si incontrano lungo la strada, un modo nuovo di visitare i territori, con gesti e rituali centenari.

In Toscana, lungo l’antica via Cassia, si snoda un itinerario che attraversa territori autentici e straordinari: il Cammino di San Jacopo, che attraversa le città di Firenze, Prato, Pistoia, Pescia e Lucca e può essere considerato un tratto del lungo cammino, nel cuore dell’Europa, verso Santiago di Compostela, attraversando la Via della Costa e il Cammino Francese.

Prima città in Italia, Pistoia ospita infatti, tra la piazza del Duomo e Via degli Orafi, un cippo donato dalla Xunta de Galicia, in collaborazione con Concello de Santiago e Xacobeo 2021, che riporta la distanza da Santiago di Compostela, città con la quale condivide il culto del santo.

Simbolo del Cammino di San Jacopo è la conchiglia stilizzata a nove raggi, che richiama il cammino jacopeo verso Santiago di Compostela, incastonata nella losanga, un elemento tipico e ricorrente nello stile artistico del romanico-pisano.

Il Cammino di San Jacopo tocca i comuni di Firenze, Sesto Fiorentino, Calenzano, Prato, Montemurlo, Montale, Pistoia, Serravalle Pistoiese, Pieve a Nievole, Monsummano Terme, Montecatini Terme,Massa e Cozzile, Buggiano, Uzzano, Pescia, Capannori e Lucca ed è attualmente in fase di certificazione da parte della Regione Toscana.